Educazione Finanziaria al Femminile

Perchè Educazione Finanziaria di Genere
Quando si parla di ‘genere’, si fa riferimento ai concetti socialmente definiti di “femminile” e “maschile” che determinano aspettative, norme e ruoli, e sono convenzionalmente associati a donne e uomini.

In un approccio educativo tradizionale tali norme sociali possono essere rafforzate, contribuendo a mantenere le differenze tra uomini e donne in termini di abilità, interessi e prospettive per il futuro.

Dal momento che è impossibile eliminare la molteplicità e la complessità delle questioni di genere nel contesto educativo, il metodo PTLA creato da Penso a Te si prefigge di tenere conto del fatto ovvio, ma non sempre dichiarato, che le donne, indipendentemente dai loro sforzi, vivono all’interno di strutture di potere che non hanno contribuito loro stesse a creare.

Perchè Educazione al Femminile
Il termine “educazione al femminile” viene qui scelto per contraddistinguere un approccio che riconosce il capitale umano di genere che le donne portano con sé per promuovere la loro consapevolezza critica sulle norme e i pregiudizi insiti nella società.

Nell’ambito di questo approccio al femminile, l’educazione finanziaria diventa un processo politico che consente alle donne di analizzare l’interazione della propria azione individuale nell’ambito delle gerarchie sociali e personali di potere.

Femminismo non vuol dire considerare le donne come più forti, perchè le donne sono già forti. Femminismo vuol dire cambiare il modo in cui la società percepisce la loro forza.

G.D. Anderson, scrittrice femminista Australiana